Piante aromatiche? Coltivale sul balcone!

balconi fioriti
Balconi fioriti e giardini: regala una pianta!
12 Aprile 2017
Barbecue
Come vivere un’estate all’insegna del Barbecue e di grigliate sorprendenti
8 Giugno 2017

Piante aromatiche? Coltivale sul balcone!

piante aromatiche

Non sempre abbiamo la possibilità di avere un giardino o un orto dove dare libero sfogo al nostro “pollice verde”. Tuttavia anche sul nostro balcone è possibile creare un piccolo orto di piante aromatiche davvero notevole!

Non solo fiori e piante. I nostri balconi sono anche il luogo ideale dove andare a creare un orto di piante aromatiche.

Profumatissime e utili soprattutto in cucina, sono numerose le specie che si prestano alla coltivazione “in vaso”. Vediamole insieme.

ROSMARINO

piante aromaticheIl Rosmarinus officinalis è una tra le principali piante aromatiche con foglie persistenti e molto profumate, assai utilizzate in cucina.

Si tratta di un arbusto che in natura può raggiungere i 3 metri d’altezza. Fiori azzurro-malva sbocciano a partire dalla primavera.

L’apparato radicale è molto sviluppato, fibroso e resistente, e consente alla pianta di vivere in terreni aridi, poveri e siccitosi.

La coltivazione di questo arbusto non è quindi per nulla difficile. Il Rosmarinus officinalis si trova infatti in moltissimi giardini e su altrettanti balconi e terrazzi.

E’ piuttosto rustico e vive bene in quasi tutte le regioni italiane. Nel Centro-Sud raramente avrà problemi con il freddo invernale, se non in alta montagna.

Resiste bene fino a -15°C, ma teme particolarmente le gelate improvvise, soprattutto in primavera, e i venti freddi.

Se viviamo quindi nel Nord Italia o in aree montane sarà bene mettere a dimora la pianta in una zona ben riparata, nelle vicinanze di un muro possibilmente esposto a Sud. In questa maniera durante la giornata vi sarà un accumulo di calore che verrà rilasciato durante la notte.

SALVIA

piante aromatichePianta aromatica con foglie molto profumate, assai utilizzate in cucina. Durante il periodo invernale alcune varietà perdono completamente le foglie mentre altre sono semipersistenti.
Si tratta di un arbusto che in natura può raggiungere i 60 centimetri d’altezza.

Le foglie sono picciolate, di forma oblungo-ovata, spesse, rugose e finemente dentellate, ricoperte da una fitta peluria. Il colore è molto particolare e caratteristico: un bel verde-grigio.

I fiori compaiono all’apice del fusto in primavera-estate e sono generalmente blu-viola piuttosto intenso.

Proviene dalle coste del Mediterraneo ma si adatta anche a zone a clima rigido.

L’esposizione ideale per la salvia officinalis è sempre in pieno sole. In queste condizioni la crescita risulta veloce e si riesce ad ottenere anche una bella e abbondante fioritura.

Tollera però piuttosto bene anche la mezz’ombra (specie nelle regioni meridionali e sulle coste). In queste condizioni accertiamoci però sempre che il terreno risulti ben drenato, per non rischiare eventuali marciumi radicali.

MENTA

piante aromaticheLa Menta è una delle piante aromatiche più diffuse e coltivate, soprattutto per il fatto che gli olii essenziali in essa contenuti vengono utilizzati in farmaci, collutori, caramelle, dentifrici, oli da bagno, shampoo; oltre a questo le foglie fresche vengono molto utilizzate in cucina e nella preparazione di liquori e cocktails.

E’ tra le piante aromatiche diffuse in tutto il mondo, con alcune specie originarie anche della nostra penisola, e che quindi possiamo trovare allo stato selvatico.

Sono piante erbacee perenni, con dimensioni che vanno dai pochi centimetri, fino a quasi un metro di altezza; si tratta di una pianta a rapido sviluppo, quindi anche se amiamo la menta e ne vogliamo avere sempre tante foglie fresche, non è conveniente porne a dimora molti esemplari, o troveremo l’aiuola delle aromatiche rapidamente invasa.

La menta vegeta al meglio durante i mesi primaverili ed estivi, durante i mesi più freddi può capitare che la parte aerea dissecchi, per rigermogliare senza problemi in primavera.

In natura predilige per il suo sviluppo luoghi freschi e umidi; si tratta però di una pianta molto adattabile, e resistente anche in condizioni poco favorevoli, anzi, se coltivata in clima caldo ed asciutto, tende a manifestare maggiori quantità di olii essenziali nel fogliame, acquisendo quindi un maggiore aroma.

In genere la menta viene coltivata in piena terra, in un luogo ben soleggiato, con un terreno fresco e ricco, senza manifestare grandi necessità.

BASILICO

piante aromaticheIl basilico è una delle piante aromatiche più coltivate in Italia; si tratta di una piccola pianta erbacea, originaria dell’Asia, che giunse in Europa secoli orsono, e viene coltivata sia in Europa, sia in Asia, da moltissimo tempo.

Si tratta di una pianta perenne, coltivata in genere come annuale, in quanto teme il freddo, e temperature al d sotto dei 10°C ne causano il rapido deperimento.

Il basilico, così come noi lo conosciamo, è solo una delle diverse varietà diffuse in coltivazione; infatti, nella cucina italiana si apprezza in modo particolare il basilico cosiddetto dolce, a foglia larga e dall’aroma delicato.

Tutte le piante sono comunque simili, con foglie lanceolate, lisce, con venature ben visibili, di un bel colore verde intenso; i fusti sottili, sono eretti e non ramificati, e all’apice, verso la fine dell’estate, si produce una piccola spiga di fiori viola, a cui seguono i frutti legnosi, capsule contenenti piccoli semi neri.

La coltivazione del basilico è molto semplice e dà grandi soddisfazioni. È per questo che quasi tutti gli appassionati di cucina vi si cimentano. In Italia è difficile che manchi in famiglia un vasetto di questa preziosa pianta aromatica, anche solo coltivata su di un davanzale.

Si coltiva con grande facilità, sia in piena terra e sia in vaso. Il basilico è una pianta di origine asiatica, che necessita di un clima caldo, ma senza eccessi di siccità o di calura; quindi, per porlo a dimora si sceglie un appezzamento semiombreggiato, dove possa godere di qualche ora di sole, ma non nelle ore più calde del giorno.

Le annaffiature devono essere regolari, anche perché le piante di basilico si afflosciano rapidamente se lasciate senz’acqua.

ERBA CIPOLLINA

piante aromatiche

Bulbosa perenne originaria dell’Europa e del continente Americano, si presenta come un denso ciuffo di foglie tubolari, strette e lunghe, carnose, dal profumo pungente di aglio e cipolla, alte generalmente 30-40 cm; viene chiamata anche aglio selvatico, proprio per il suo aroma.

In primavera produce decorativi fiorellini globosi di colore rosa o porpora. Lo sviluppo tappezzante permette alla piccola pianta di allargarsi molto con il passare degli anni. La potatura, praticata per consumare le foglie dall’aroma pungente, fa in modo che la pianta abbia uno sviluppo basso e compatto.

L’erba cipollina è conosciuta per essere una delle più note piante aromatiche ma anche apprezzata per decorare aiuole, bordure o giardini rocciosi.

Cresce senza problemi sia al sole che all’ombra, ma predilige sicuramente l’ombra parziale; in inverno si può lasciare all’esterno, la parte aerea seccherà completamente per rispuntare l’anno successivo.

Ami coltivare piante sul tuo balcone? Ti piacciono le piante aromatiche profumatissime e utili in cucina? Oltre a quelle citate nell’articolo, ti aspettiamo nel nostro punto vendita dove il nostro staff ti aspetta per fartene scoprire molte altre e per darti tutti i consigli per un balcone di piante aromatiche davvero impeccabile!