Piante purificanti per la casa

Impariamo a conoscere le piante che aiutano a respirare un’aria migliore in casa.

Le stanze delle nostre case non sono immuni da inquinamento così come i luoghi di lavoro chiusi che rappresentano un potenziale rischio per la salute, soprattutto a causa della diffusione nell’aria di sostanze nocive che  a lungo andare possono provocare vari tipi di problemi.

Dalle comuni muffe al fumo, passando attraverso vapori, gas e polveri, gli agenti inquinanti sono numerosi, ma adottare alcune norme comportamentali efficaci può aiutare a rendere più sana e salubre l’aria respirata nelle case e negli uffici.

All’interno delle nostre abitazioni sono presenti molte fonti di

inquinamento domestico, vernici, colle utilizzate nei mobili, detersivi, inchiostri delle stampanti, fumo di sigaretta e materiali edili. Queste sono fonti che rilasciano tossine nell’aria che respiriamo.

Ma partiamo con ordine. Vediamo quali sono i principali agenti inquinanti e dove si trovano.

L’ammoniaca si trova in certi prodotti per la pulizia e in alcune tinture per capelli e l’inalazione di questa sostanza può causare irritazioni oculari, mal di gola e tosse.
Il toluene è utilizzato come solvente e si trova negli smalti per unghie e in taluni prodotti per la pulizia e la cura del legno, può essere dannoso per il sistema nervoso per il fegato e per i reni.
Il benzene utilizzato per realizzare le materie plastiche è riconosciuto come sostanza cancerogena oltre ad essere presente nella benzina verde si può trovare in piccole quantità anche nei deodoranti, detergenti, colle e cere per il legno. I sintomi più comuni dati dall’esposizione a questo agente sono: cefalea, irritazione agli occhi, vertigini e sonnolenza
La formadeide ha un’elevata tossicità e si trova in moltissimi prodotti per la pulizia della casa, in certi profumi e deodoranti, negli smalti per unghie, in molte vernici e persino nel fumo di sigaretta.
la trielina, seppur meno presente nei nostri ambienti domestici è ancora utilizzata per i processi di pulizia a secco degli abiti e può causare irritazione ad occhi e a gola.
Un altro agente inquinante delle nostre case è lo xilene, un derivato del petrolio. Questa sostanza si trova nella gomma, nel cuoio e negli scarichi dei veicoli. I sintomi più frequenti sono vertigini, cefalea e irritazioni alla gola.
Inoltre nelle nostre case troviamo inquinamento da da onde elettromagnetiche dovuta ad elettrodomestici di vario tipo e monossido di carbonio che si può sprigionare da camini e stufe, impianti di riscaldamento mal funzionanti ma anche semplicemente dal fumo della sigaretta e causano peggioramento di malattie preesistenti e malesseri anche nelle persone sane.

Esistono piante che sono in grado di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo e abbassare l’inquinamento all’interno della nostra casa.
Le piante inoltre aiutano a regolare l’umidità degli ambienti attraverso la traspirazione e favoriscono ambienti più sani, senza considerare che la presenza di una pianta in casa, migliora il nostro umore e riduce lo stress.
Uno studio condotto da uno scienziato della NASA, Bill Wolverton, ha scoperto che alcune piante hanno la capacità di purificare l’aria. In questa indagine è stato scoperto che le piante non solo sono in grado attraverso la fotosintesi clorofilliana di assorbire anidride carbonica e di rilasciare ossigeno, ma molte di esse riescono a neutralizzare sostanze organiche volatili (VOC) spesso presenti nelle nostre abitazioni.

Tra le piante più efficaci per purificare l’aria in casa possiamo elencare le seguenti:

Ficus benjamin
– Lingua di Suocera
– Aloe  vera
– Dracena
– Azale
– Gerbera
– Edera Comune
– Filodendro
-Palma di bamboo
– Spatifillo
– Aglaonema
– Falangio

Il Ficus Benjamin è fra le più apprezzate piante ornamentali e ben diffuso in tutta Italia.

Leggi i nostri consigli pratici per coltivarlo in appartamento o in ufficio.