Autunno: cura il tuo prato

tetto-verde
INCENTIVO STATALE 65% di detrazione per la formazione di giardini pensili!!!
16 Luglio 2014
Schisandra
La bacca dai 5 sapori
10 Novembre 2014

Autunno: cura il tuo prato

prato

Con il clima fresco e umido di questi giorni è facile pensare che l’autunno sia alle porte. L’autunno è la stagione migliore per dare un nuovo vigore al prato, per farlo potete seguire queste semplici indicazioni:

N.B.: > Queste operazioni sono da effettuare preferibilmente nel mese di settembre, comunque non oltre i primi giorni di ottobre.

N.B.: > Ricordarsi di tagliare il prato con una regolazione bassa prima degli interventi qui descritti (ad eccezione dei diserbi).

  1. Diserbo selettivo: mentre nel periodo estivo si cosparge il diserbante soltanto nelle zone infestate, in questo periodo è buona norma diserbare su tutta l’area per eliminare anche eventuali piccole infestanti in formazione, poiché con il fresco non ne arriveranno altre. I prodotti da utilizzare sono di due tipi: uno per le dicotiledoni (piante a foglia larga), come il trifoglio o il dente di leone e uno per le graminacee (piante a foglia stretta), come la gramigna ed il pabio. Solitamente è necessario spargere entrambe i prodotti con una pompa a pressione in due trattamenti diversi, che si possono fare anche a distanza di pochi minuti uno dall’altro. E’ opportuno scegliere una giornata nella quale non sono previste piogge, per evitare che l’acqua dilavi il trattamento. inoltre bisogna effettuare i diserbi prima di tagliare il prato: il diserbante penetra nelle infestanti tramite le foglie quindi più le foglie sono lunghe più il diserbo avrà effetto.
  2. Arieggiatura: l’arieggiatura consiste nell’asportare il materiale organico indecomposto (feltro) dalla base del tappeto erboso. Questa operazione serve a favorire l’ossigenazione del terreno e quindi delle radici, oltre che preparare il prato per la risemina. Per una corretta arieggiatura bisogna utilizzare le giuste attrezzature (arieggiatore a motore, arieggiatore manuale ) e procedere passando prima con l’arieggiatore a motore (elettrico o a scoppio) su tutta l’area, raccogliere a mano o con l’aiuto di una macchinetta tosaerba il feltro sollevato e ripetendo questa operazione in senso incrociato.  Si finisce passando con l’arieggiatore manuale su tutta la superficie del manto erboso, per raccogliere quanto più feltro possibile, le operazioni manuali sono più dure da svolgere ma risultano più precise e complete.
  3. Risemina: questa si esegue a spaglio o con l’apposito carrellino. Il tipo di seme da usare in questo periodo può variare a seconda delle esigenze pratiche di utilizzo del tappeto erboso: per un prato subito bello si userà un seme per risemina a base soprattutto di Loietto, con germinazione rapidissima; per un prato più resistente al calpestio, alla siccità, all’ombra si possono utilizzare miscugli specifici che si sviluppano in tempi più lunghi.
  4. Top dressing: è copertura del seme, va effettuata con terricci specifici composti da sabbia e sostanza organica in giusta proporzione. Lo scopo del terriccio non è solo quello di coprire il seme, ma dare al prato un apporto dei due elementi: sostanza organica che migliora la struttura del terreno e nutre le piante, sabbia che rende la superficie del terreno più drenata e areata.
  5. Concimazione: in questo periodo, soprattutto dopo la risemina è giusto distribuire sul manto erboso un concime di tipo Starter, cioè con un bilanciamento degli elementi nutritivi tale da aumentare la radicazione e l’attecchimento dell’erba appena seminata.
  6. Taglio: tagliare il prato dopo almeno quindi-venti giorni ad un’altezza media. Assicurarsi che la lama del tosaerba sia perfettamente affilata, poiché l’erba da poco germogliata ha radici fragili che possono essere danneggiate dall’azione ti strappo prodotta da lame poco taglienti.

Presso il nostro Garden Center Puoi trovare tutto il necessario e buoni consigli per riuscire al meglio nella cura del giardino.

Se non riesci a passare, spediamo tutto il necessario direttamente a casa tua contattaci!

Preferisci che il lavoro venga svolto da mani esperte? Veniamo noi a casa Tua per dare al Tuo giardino tutte le cure necessarie.

Per maggiori informazioni e richieste specifiche potete contattarci tramite i seguenti recapiti:

tel. 0039 0332 202149

e-mail: info@vivaiselve.com

 

web: www.vivaiselve.com
Vivai Selve – v.le valganna, 2 Induno Olona (VA)